Cantine Due Palme: i vini prodotti dalla cooperativa agricola salentina

Pubblicato il da Emma Fiorentino

Le cantine due palme producono vini di alta qualità come il selvarossa e il selvarossa riserva. L'azienda, nata a Cellino s Marco, è conosciuta internazionalmente.

Storia

La società cooperativa Due Palme, sorta nel 1989 dall'associazione di piccoli produttori accomunati dalla qualità dei vitigni tipici del territorio, nasce con l'intento di diffondere, sui mercati internazionali, le "cultivar" locali.

Presidente e fondatore dell'azienda è l'enologo Angelo Maci che, lavorando instancabilmente per oltre venti anni, ha portato l'azienda a dimensioni di mercato tali da vederla primeggiare tra le imprese del mezzogiorno che producono vini di alta qualità.

I soci della cantina sono circa 1000 mentre ammontano a 2200 ettari i vigneti interessati al conferimento delle uve all'azienda di Cellino san Marco, nel brindisino.

L'oculata strategia aziendale e vitivinicola, (vitigni "ad alberello"), hanno permesso all'azienda di dotarsi di una nuova cantina all'avanguardia per tecniche di vinificazione, imbottigliamento e capacità di stoccaggio. Ciò garantisce l'alta qualità dei prodotti finali, a stragrande maggioranza rossi di gran pregio quali il Negroamaro, il Primitivo, il Susumaniello, il Fiano, l'Aleatico, la Malvasia Nera.

Vini

Il Primitivo deriva da uve a maturazione precoce. La vendemmia avviene all'inizio di settembre.

Questi vitigni sono arrivati nel Salento dalle province di Bari e Taranto, nel XVII secolo, grazie ai Monaci Benedettini.

Il vino ottenuto è di alta gradazione alcolica, (13,5°).

Sapore e corpo sono potenti.

Primitivo, Canonico, Ettamiano sono i nomi dei primitivi imbottigliati da Due Palme. Si tratta di vini IGT.

Il Negroamaro e la Malvasia derivano da vitigni presenti in zona già dal VI secolo a C.

Da queste uve fermentano vini ricchi di antiossidanti (contenuti in quantità cinque volte maggiore rispetto ad altri rossi) con riflessi amaranto e alta gradazione alcolica.

Il Selvarossa Riserva, il Selvarossa Riserva Speciale, il Salice Salentino Montecoco e lo Squinzano sono rossi DOC.

Il Susumaniello origina da uve provenienti dalla Dalmazia. Vino ad alta gradazione (13,5°) contiene il doppio degli antociani del Negroamaro.

Serre è il nome scelto per il susumaniello prodotto da Due Palme.

Si tratta di un rosso IGT.

Oltre questi vini tipici la cantina produce alcuni bianchi, dei rosati e vini provenienti da vitigni non autoctoni.

In seguito all'inaugurazione, avvenuta nel 2008, del nuovo stabilimento, l'azienda ha istituito il prestigioso "Premio speciale Cantine due Palme" giunto, nel 2011 alla quarta edizione.

grape

Con tag Vini e Spumanti

Commenta il post